Trekking urbano a Vicenza alla scoperta di Andrea Palladio

Hotel Belvedere
18.06.2020
0

Il percorso che vi proponiamo oggi è un po’ diverso dagli altri. Si tratta di un trekking urbano, che unisce arte, architettura e natura, nella vicina Vicenza. Il punto di partenza va raggiunto con i vostri mezzi e, per godervi al meglio questa esperienza, vi consigliamo di farvi accompagnare da una guida, che vi illustrerà tutte le particolarità di quello che vedrete.
Infatti, Vicenza è la città dove il genio e l’estro di Andrea Palladio hanno lasciato maggiormente il segno e durante questo trekking urbano avrete occasione di compiere, a passo sostenuto, una bella escursione del centro storico, visitando alcune delle sue opere più interessanti.

Il trekking urbano

Fare trekking urbano è un modo originale e dinamico per vivere una città. Potrete infatti conciliare il piacere di visitare una città meravigliosa, come Vicenza, con un po’ di attività fisica all’aria aperta. Si tratta infatti di una forma di turismo sostenibile, sano, e che vi permetterà di esplorare anche gli angoli più nascosti della città.
Il trekking urbano a Vicenza si sviluppa su un itinerario pianeggiante e collinare, un percorso adatto a chiunque voglia scoprire una città in un modo diverso dai soliti.

L’itinerario

Percorrerete le vie del centro storico, dove potete ammirare alcune delle opere palladiane più famose: i palazzi progettati dall’architetto veneto, la piazza dei Signori e la Basilica, e la chiesa di Santa Corona.

Lungo Corso Andrea Palladio incontrerete subito due suoi palazzi: il Palazzo Porto-Breganze ed il Palazzo Thiene Bonin Longare, con massicce mezze colonne corinzie, tipiche delle sue ultime opere. Si passeggerà poi tra i giardini e i parchi più belli della città, riposandosi su una panchina o mangiando un gelato.

La Basilica palladiana è stata dichiarata nel 2014 Monumento Nazionale. Salendo in cima potrete ammirare i tetti della città dall’alto.

Il percorso continua poi salendo verso il colle di Monte Berico, da dove si gode di una splendida vista sulla città e sulle Prealpi vicentine, per poi scendere lungo un sentiero in mezzo al bosco, fino alla Valletta del Silenzio, un’area naturalistica protetta, all’interno della quale si trovano frutteti e orti urbani. Stradella della Rotonda, una “strada paesaggio”, è stata trasformata in strada residenziale con annessa pista ciclabile. Ai suoi margini si trovano Villa La Rotonda, meravigliosa opera di Palladio, visitabile sia nei parchi che negli interni in alcuni orari e giornate prestabilite,Villa Valmarana ai Nani, affrescata da Tiepolo, e Villa Guiccioli con il suo bosco.

E voi, volete scoprire il nostro territorio a piedi o in bicicletta? Continuate a leggerci, nelle prossime settimane vi racconteremo altri itinerari per chi ama trascorrere una vacanza in mezzo alla natura.

0 Commenti
Lascia un commento

Campi obbligatori *

Belvedere Hotel usa i cookie per offrirti una migliore esperienza di navigazione