Trekking sul Monte Grappa: malghe, camosci e musei della Grande Guerra

Hotel Belvedere
06.07.2020
0

Fare trekking sul Monte Grappa piacerà sia a chi desidera una vacanza a stretto contatto con la Natura che a chi cerca tracce di storia, tra le mulattiere e i rifugi della Grande Guerra. Oggi vi illustreremo tutti i percorsi che potrete seguire, tra malghe e camosci.

Il giro delle malghe

Questo percorso potrete farlo sia a piedi che in MTB, noleggiandone una presso i nostri hotel. Potrete divertirvi a sfidare voi stessi e i vostri limiti percorrendo le varie salite, e poi trovare ristoro con i prodotti delle malghe.
Il nostro consiglio è di fare questo giro senza fretta, per poter godere delle meraviglie del paesaggio.
Lungo la vostra strada incontrerete Malga Alpe Madre, Finestron, Malga Forcelletto, Malga Bocchette e infine il Rifugio Bassano a cima Grappa, dove potrete ammirare il panorama più incantevole di questi luoghi.
Fermatevi a vistarne qualcuna. Nel “Cason da fogo” delle malghe ci si scaldava e si mangiava, dopo una giornata di lavoro, mentre nel “Cason da formaio” si lavorava il latte. Soprattutto però assaggiate il burro, che è fra i migliori di tutta Italia, i formaggi, la “puina”, ovvero la ricotta fresca, o le “casatelle”. Le malghe del Grappa sono anche case dove i viandanti possono trovare del pane casereccio, della polenta abbrustolita, della soppressa magra e qualche bicchiere di buon vino nostrano.

A spasso con i camosci delle Meatte

Una delle esperienze più belle che potrete fare, durante un trekking sul Monte Grappa, è incontrare i camosci. Per questo percorso, si parte dal Pian dea Baea, camminando lungo la strada delle gallerie, fino al monte Boccaor, per poi ritornare indietro. Non è raro incontrare gli animali e, anche per questo, è una delle escursioni più belle che potrete fare in questa zona. Sarete accompagnati da una guida, se lo vorrete, che vi spiegherà la morfologia del Monte Grappa, le sue rocce, ma anche piante e fiori. Poi si pranzerà in malga, con una degustazione di formaggi e salumi.

Il sentiero delle Meatte venne realizzato per spostare le truppe italiane durante la Grande Guerra. Attraverserete gallerie e cunicoli, che si apriranno su balconi panoramici dai quali si può ammirare la pianura Padana attraversata dal fiume Piave.

Itinerario della Grande Guerra

Un altro percorso ancora che vi consigliamo, se siete appassionati di storia, è quello dedicato alla Grande Guerra, durante il quale incontrerete monumenti, musei e trincee ancora visitabili.
Il Monte Grappa è infatti stato anche palcoscenico delle battaglie della Prima Guerra Mondiale.
In particolare, vi suggeriamo di visitare il Sacrario del Monte Grappa, uno dei più grandi e più importanti ossari della Grande Guerra, situato sulla vetta del Monte a 1775m sul livello del mare.
Per arrivarci potete seguire il sentiero dell’antica mulattiera Cadorna, uno dei principali sentieri di guerra, che costeggia il cosiddetto “bosco degli eroi”. Il tornante di Ca’ Tasson è il punto in cui la prima linea austroungarica e quella italiana si incontrarono. Salendo ancora, dal sentiero di cresta del monte potrete vedere anche Venezia, se la giornata è particolarmente tersa.

Se amate la natura e la vita all’aria aperta, per questa Estate abbiamo preparato per voi un pacchetto speciale: “Bike&Hike” a cui potrete aggiungere questo e altri itinerari della nostra proposta “Vivere la Natura a Bassano del Grappa”.

Continuate a seguirci, per scoprire gli altri percorsi di trekking!

0 Commenti
Lascia un commento

Campi obbligatori *

Belvedere Hotel usa i cookie per offrirti una migliore esperienza di navigazione